sabato 2 luglio 2011

Silvio, Angelino ne "La banda degli onesti"

Angelino Alfano diviene per acclamazione il primo segretario di Silvio Berlusconi, scusate il lapsus, volevo dire del Pdl. Lui ringrazia commosso affermando che vuole che il Pdl sia il partito degli onesti, mentre Berlusconi a gran voce afferma che bisogna cambiare l'archittetura costituzionale del paese e sopratutto fare la riforma della giustizia regolamentando, tra l'altro, le intercettazioni. Eliminate le prove siamo tutti onesti, non vi pare?

mercoledì 22 giugno 2011

Dai diamanti non nasce niente di Serena Dandini

Quando ho visto in libreria il libro di Serena Dandini, non ho potuto fare a meno di pensare, anche lei! Ormai scrivere un libro sembra alla portata di tutti, una necessità impellente di chiunque abbia visibilità, e non sempre quello che ne viene fuori è interessante. Nonostante ciò il libro mi ha incuriosito, vuoi per la Dandini stessa acuta ed ironica conduttrice, vuoi per il titolo, che lasciava intravedere la condivisibile passione per giardini e storie di persone. Il libro parla dei viaggi dell'autrice tra splendidi giardini e storie altrui proprio a partire dai giardini dove hanno sostato o vissuto. Il libro è avvincente, spinge alla riflessione, ci ricorda che le grandi rivoluzioni, nascono dal basso, che per cambiare il mondo non servono gesti eclatanti, ma bisogna partire dal basso, dalle nostre radici, che sono nella terra, appunto. Nel modo leggero che la contraddistingue, la Dandini ci porta a riscoprire la bellezza che è nelle piccole cose, nel fazzoletto di terra davanti alle nostre case, denunciando gli scempi che l'uomo ha fatto senza fermarsi a riflettere. Un libro piacevole, che svela un'interiorità che, decisamente, mi è piaciuta.

sabato 18 giugno 2011

Tutti in piedi

Ieri sera con sommo piacere ho visto su Repubblica Tv Tutti in piedi con la Dandini, Santoro, Vauro e un Travaglio ancor più pungente del solito e, soprattutto, una piazza così piena di lavoratori da far nascere una nuova speranza: davvero qualcosa sta cambiando! Davvero ci stiamo indignando? O questi momenti, grazie al cielo sempre più frequenti, sono comunque momenti a sè stanti che non provocheranno la marea che tutti stiamo aspettando? C'è voglia di cambiamento, una maggiore coscienza dei nostri diritti continuamente calpestati da individui (ma sarà corretto definirli tali?) come Brunetta, così tracotanti da permettersi di offendere persone che con il loro lavoro, seppur precario, sostengono il nostro paese. Benigni è stato, al solito, semplicemente fantastico, restituendo con le sue parole dignità ai lavoratori.
Una piccola nota di colore: nello stesso giorno Berlusconi telefona ad un convegno in Calabria e parla da solo, accadesse più spesso!

sabato 21 maggio 2011

Berlusconi torna e lo fa a modo suo colonizzando 5 TG

Quando ormai credevamo di dover ricorrere a "Chi l'ha visto?" Berlusconi riappare e, con la solita tracotanza, lo fa in ben 5 Tg con il simbolo del suo partito ben visibile alle spalle. A 10 giorni dal ballottaggio non si sprecano né promesse né ingiurie agli avversari: possibile che ancora creda che gli italiani cadano nella trappola delle Tele-svendite? I milanesi, così come i napoletani hanno bisogno di interventi reali e non di contentini fatti nella solita ottica ACCHIAPPAVOTO. E' ora di dire basta!

lunedì 2 maggio 2011

Per sempre di Susanna Tamaro

Torna in libreria Susanna Tamaro con una storia d'amore impossibile: la storia di un uomo che ha perso la sua donna per sempre e cerca di dare un senso alla sua vita. Matteo ha perso Nora da quindici anni, e da allora non riesce a staccarsi dal suo ricordo, vive in una casa ai margini di un bosco e questo essere immerso nella natura non fa che amplificare il suo struggimento. Il libro, narrato in prima persona ci racconta le domande di un uomo che non riesce ad allontanare il passato, che si fonde nel presente senza soluzione di continuità. Un libro che cerca, come è nello stile dell'autrice, di creare un rapporto di empatia tra protagonista e lettore, che cerca di mostrare la profondità dei sentimenti umani, la centralità dell'amore nella vita di ogni uomo. Un libro dal sapore dolce amaro.

mercoledì 20 aprile 2011

Stop al nucleare?

Dopo una serie di dibattiti, scambi di opinioni più o meno accese, mentre le notizie dal Giappone incombevano come una spada di Damocle sulle nostre teste arriva la notizia che il nostro governo avrebbe fatto marcia indietro, ripristinando anche gli incentivi sull'energie alternative. Tiriamo un sospiro di sollievo? In effetti questa manovra, oltre ad avere il sapore di campagna elettorale, Berlusconi continua a ricordarci che le prossime elezioni amministrative sono un'importante test politico, toglie un traino importante ai prossimi referendum ai quali saremo invitati a votare. Embè,?direte voi. Guarda caso fra i referendum ce ne è uno relativo al legittimo impedimento che sicuramente il nostro premier non ha alcun interesse a far passare. Diventa allora necessario andare a votare per i referendum, per non colludere ancora una volta, per pigrizia o noncuranza, con questo modo di agire.

martedì 19 aprile 2011

La leggenda del morto contento di Andrea Vitali

Se avete già letto qualcosa di Andrea Vitali conoscete già il ritmo di vita pigro e indolente della città di Bellano che si affaccia sul lago di Como e la sottile ironia che l'autore mette nelle sue storie.  E' la vita paciosa di provincia, dove nulla accade e tutti sanno tutto di tutti. Stavolta, in un salto indietro nel tempo Vitali ci racconta, non senza una punta di amarezza, una storia di ordinaria malagiustizia, che, guarda caso, è adattabile ad ogni tempo e ad ogni luogo. E' una chiara mattina del luglio del 1843 quando due rampolli di famiglie bene si imbarcano per raggiungere l'altra sponda del lago, nonostante il sarto del paese li avvisi che una nube all'orizzonte segnali l'imminente arrivo di una tempesta. E la tempesta arriva davvero, tanto forte da rovesciare la barca.